Ciambella Romagnola

Elisa – Ravenna (RA)
Tutte le ricette di Elisa
Ciambella Romagnola
Portata Dessert
Preparazione 60 minuti
Condividi

Ingredienti (per 8 persone)

Farina 00 (500) grammi
Zucchero semolato (200) grammi
Burro (100) grammi
Uova (2) intere
Latte (bicchiere) 200 grammi
Lievito bustine da 16 gr (1) 16 grammi
Scorza limone (qb)
Sambuca (un bicchierino) 20 ml
Vanillina (1)
Zuccherini (a piacere)

Preparazione

  • 1

    Con le quantità indicate riusciamo a fare 2 filoni di ciambella romagnola.

  • 2

    Mettere in una ciotola la farina, le uova, lo zucchero e il burro fuso. Grattare la scorza del limone e aggiungerla, miscelare bene il tutto con l'aiuto di un pò di latte.

  • 3

    Aggiungere il burro fuso, il lievito in polvere, il latte restante e un bicchierino di sambuca o liquore all'anice.

  • 4

    L'impasto deve risultare malleabile, se troppo duro aggiungere un pochino di latte.

  • 5

    Foderare una teglia con carta forno e stendere due filoni di impasto aiutandosi con le mani o con un cucchiaio. Per chi possiede le teglie lunghi dei nuovi forni, è possibile fare una ciambella sola per il lato orizzontale della teglia.

  • 6

    Decorare a scelta con zuccherini colorati, bianchi oppure semplice zucchero semolato ed infornare a 180 gradi per circa 20-25 min. Quando la ciambella diventa dorata è ora di tirarla fuori e metterla a raffreddare.

Parola di Chef

Elisa

In Romagna viene chiamata "brazadèla" o "giambella". Ricordo che mia nonna la faceva quasi tutte le domeniche. La quantità esatta degli ingredienti mi è stata passata dall'anziana vicina di casa perché le dosi della nonna erano sempre 'a occhio'. La ciambella a filone non rispettava le classiche forme del dolce che era spesso presentato col buco al centro e diceva sempre: "se la n'ha e bus l'è bona l'istess!" (se non ha il buco è buona lo stesso). E' uno dei miei dolci preferiti, ogni volta il profumo e la fragranza mi fanno tornare bambina!